Il significato dei sogni

aprile 27, 2013 by · Commenti disabilitati su Il significato dei sogni
Filed under: Articoli 

 

Spesso un brutto sogno che ci ha tormentato durante la notte può rovinarci un’intera giornata, gettare ombre sui nostri pensieri e farci riflettere per giorni.
Da indagini statistiche compiute risulta che i contenuti onirici sono più spesso negativi che positivi e ben il 70% ha come temi l’angoscia e la paura, mentre quelli positivi risultano molto spesso davvero pochi.
Originariamente per incubo si intendeva il sogno di essere sopraffatti da un mostro: nel Medioevo infatti l’ “incubus” era uno spirito malvagio di aspetto mostruoso che discendeva sulle donne mentre dormivano e approfittava di loro.
Gli incubi, in senso stretto, non sono propriamente sogni e si verificano nel quarto stadio del sonno profondo; infatti gli incubi assumono prevalentemente la forma di immagini statiche e sfuocate, situazioni isolate, alle quali si accompagnano intense sensazioni di paralisi e ansia, senso di oppressione toracica, di soffocamento e palpitazioni
Al risveglio, a causa della mancanza di vivide immagini, spesso non si ricorda cosa esattamente terrorizzava, il ricordo di cosa è accaduto è nebuloso o più spesso assente.
Poiché il sonno profondo (stadi 3 e 4) è più abbondante all’inizio della nottata, l’incubo si verifica generalmente durante la prima ora e mezzo da quando ci si è coricati. Scopri come interpretare i sogni sul sito smorfianapoletana.org.
Nell’incubo, che anche se sembra interminabile non dura più di cinque minuti, il risveglio è improvviso, la persona spalanca gli occhi, è agitatissima, in preda al panico, confusa, impaurita
Gli incubi sono frequenti nei bambini, per poi scomparire nell’adolescenza. La loro comparsa in età adulta e il loro persistere nel tempo sono legati a situazioni di vita stressanti e a problemi psicologici nella sfera affettiva, in particolare relativi alla mancanza di controllo dell’ansia e degli impulsi aggressivi,
diversi sono invece i sogni terrifici sono vere e proprie esperienze oniriche della fase REM, e si verificano a notte inoltrata.
Dal punto di vista soggettivo non sono molto diversi dagli incubi, si distinguono da questi ultimi solo per la dinamica e la vividezza delle immagini, per la complessità degli eventi e per la minor intensità delle reazioni ansiose suscitate. Quindi, mentre gli incubi sono fenomeni piuttosto rari i sogni terrorizzanti sono molto comuni e pressocchè tutti gli abbiamo provati nella nostra vita.

I libri religiosi per vivere al pieno l’Anno della Fede

aprile 16, 2013 by · Commenti disabilitati su I libri religiosi per vivere al pieno l’Anno della Fede
Filed under: Eventi 

 

Terminerà il prossimo 24 novembre l’Anno della fede della Chiesa Cattolica. L’Anno della fede, così come si apprende dalla lettura dei diversi testi e libri religiosi sull’argomento, è un anno spirituale dedicato alla riflessione sulla fede ed inteso a supportare e sostenere i fedeli in un momento di profondo cambiamento, così come quello che si sta vivendo. Aiutare i credenti ad avere fede in Cristo e a rinvigorire la loro adesione alle parole del Vangelo, ecco i motivi principali con i quali Papa Benedetto XVI giustificava l’Anno di fede nell’omelia dello scorso 16 ottobre 2012. In realtà l’anno di fede era iniziato già qualche giorno prima (11 ottobre) con la lettera apostolica Porta fidei resa pubblica successivamente dopo.

“Se oggi la Chiesa propone un nuovo Anno della fede e la nuova evangelizzazione, non è per onorare una ricorrenza (il cinquantesimo anniversario dell’apertura del Concilio Vaticano II) ma perché ce n’è bisogno, ancor più che 50 anni fa”, e con queste parole Papa Benedetto XVI raccontava dell’urgenza di riflessione e meditazione per tutti i fedeli. “È il vuoto che si è diffuso. Ma è proprio a partire dall’esperienza di questo deserto, da questo vuoto che possiamo nuovamente scoprire la gioia di credere, la sua importanza vitale per noi uomini e donne.”

L’Anno della Fede è importante per riscoprire e riappropriarsi dei contenuti della propria fede, così come per intraprendere una nuova azione di evangelizzazione nei confronti di una comunità estremamente diversa in cui risulta sempre più difficile testimoniare i reali valori cristiani. Imparare a Credere, il Motu Proprio (la lettera apostolica del Papa Benedetto XVI), la Porta della Fede, Il Mistero cristiano, tanti libri religiosi raccontano come poter vivere al pieno questo intenso momento ecclesiastico. La lettura di alcuni di questi libri rappresenta un’occasione nuova per chi ha intenzione di riscoprire le radici e il senso del proprio credere o per chi ha perso certezze e vuole lasciarsi guidare nuovamente dalla Parola di Dio.

Le preghiere di carità e i messaggi di misericordia raccolti nei libri di Madre Teresa di Calcutta

aprile 6, 2013 by · Commenti disabilitati su Le preghiere di carità e i messaggi di misericordia raccolti nei libri di Madre Teresa di Calcutta
Filed under: Libri 
 

Madre Teresa di Calcutta. La mia Vita, o Le preghiere di Madre Teresa o, ancora, I messaggi di Madre Teresa, quanti sono oggi i libri Madre Teresa di Calcutta che ci raccontano di una delle figure più caritatevoli mai esistite.
Al secolo Anjeze Gonxhe Bojaxhiu, fondatrice delle Missionarie della Carità, Nobel per la Pace e suora resa beata da Papa Giovanni Paolo II per deroga speciale a soli due anni dalla sua scomparsa (e non cinque come stabilito dal diritto ecclesiastico), Madre Teresa di Calcutta rappresenta una delle icone religiose più amate del secolo scorso da cristiani e non, fedeli e non.

La scelta di inseguire quella che lei chiamerà “una vocazione dentro la vocazione”, la decisione di mettere da parte gli impegni dell’Ordine di Loreto, a cui apparteneva sin da ragazza, per fondare una congregazione di suore indiane dedicata solo “ai più poveri dei poveri” ed ascoltare il grido degli ultimi, ecco la grandezza spirituale, la profondità mistica e soprattutto il coraggio di Madre Teresa. Si perché affrontare le strade di Calcutta senza alcun sostegno, né prospettiva vuol dire avere coraggio e non solo misericordia per i moribondi, i lebbrosi, gli anziani soli, i bambini abbandonati che incontrerà nel suo cammino e a cui donerà amore, carità, soccorso.

Anni di fatiche e sacrifici, in un attivismo quasi eroico che avrà ripercussioni, ovviamente, sulla sua salute, fino ad accompagnarla, dopo diversi ricoveri ospedalieri, in un letto di morte nella sua stanza della Casa madre di Calcutta. Nei libri di Madre Teresa di Calcutta possiamo ritrovare il lascito delle sue preghiere, dei suoi messaggi di speranza, speranza di un cambiamento di vite, di un rinnovamento nei cuori di tutti. Per Madre Teresa “la lebbra è anche nelle grandi città occidentali, ed è la solitudine… la solitudine dei bambini abbandonati alla nascita, dei vecchi lasciati morire da soli, dei miseri senza speranza”. E lei ha accettato il suo destino decidendo di mettersi sulle spalle pesi che ,invece, giornalmente scarichiamo voltando lo sguardo nell’indifferenza.


Il più grande network di blog professionali

Intraprendere Blog Network

Magazine Blog Network, è ad oggi il più grande network italiano di blog professionali. Per proporci delle partnership, cambi, collaborazioni, avere informazioni pubblicitarie, inviarci un comunicato stampa contattateci. Il network è gestito da Ariapertalab, casa editrice e laboratorio di idee guidato da Giuseppe Piro.


il nostro network