Al cuore della fede. Il mio cristianesimo, l’analisi sulla fede nell’ultimo libro del papa emerito Benedetto XVI

Al cuore della fede. Il mio cristianesimo, l’analisi sulla fede nell’ultimo libro del papa emerito Benedetto XVI

 

Al cuore della fede. Il mio cristianesimo è l’ultimo libro di papa Benedetto XVI, Joseph Ratzinger, ormai romano pontefice emerito o soltanto papa emerito dopo le recenti decisioni di rinuncia al pontificato.

 

Il libro Al cuore della fede in uscita in questi giorni è un’accurata riflessione di Benedetto XVI sul tema sensibile e delicato della fede. Che cos’è dunque la fede?Come la fede può assistere le prospettive di vita dell’uomo moderno? E la conferma di un “uomo solo nell’alveo del progresso e del futuro” assume significati ancora più rilevanti se confrontati alle recenti vicende del papa e alla scelta di rinuncia al ministero petrino. Lo stesso papa che nel comunicare la sua dolorosa ma convinta decisione parlava ai fedeli di un “mondo di oggi, soggetto a rapidi mutamenti e agitato da questioni di grande rilevanza per la vita della fede”. La fede quindi sembrerebbe un baluardo di speranza, un riparo di sicurezza e certezza dai cambiamenti repentini e dai dubbi dell’era moderna, una promessa di un qualcosa di immutabile quando tutto ciò che è tradizione e passato viene superato, rinnovato, modificato.

 

Al cuore della fede, scrive Benedetto XVI, si arriva nel rapporto tra l’uomo e Gesù, e il senso del mondo ci deriva necessariamente da questo incontro personale. E’ il fondamento spirituale che nasce da questo incontro a donare la certezza di “un amore indistruttibile, che non solo aspira all’eternità, ma ce la dona” e che allontana la “vera e totale solitudine, quello stato spaventoso che il teologo chiama inferno”. Al cuore delle fede. Il mio cristianesimo è uno dei più attenti lasciti spirituali di Benedetto XVI, una riflessione teologica sulla fede al giorno d’oggi, una fede in Dio e la Chiesa che necessita di meditazione e cerca risposte concrete.